venerdì 20 agosto 2010

SCRITTO DI GAETANO BARBELLA




COLPITO DA UN FULMINE
A 13 ANNI VENERDÌ 13 ALLE 13:30
Di Gaetano Barbella



Vi siete mai chiesti perché da molte parti del mondo il giorno Venerdì 13 è considerato
sfortunato? Non è soltanto una superstizione americana, ma anche altre nazioni e culture
attribuiscono a questo numero sinonimo di mala sorte.
Già nel 700 A.C. c’era la credenza che seminare nel giorno 13 potesse rendere il raccolto
poco proficuo.
Nell’ultima cena di Gesù i commensali erano 13, e come se non bastasse Gesù morì di
Venerdi.
Anche in alcune religioni dell’Asia il numero 13 è considerato iettatore, infatti si crede che
esistono 13 spettri nel focolare domestico di cui uno in particolare (il tredicesimo) è
portatore di morte, malattie e qualsiasi sorta di disperazione.
Ma può un giorno del calendario portare sfortuna? E sopratutto, come fa materialmente a
portarla? Oppure è soltanto frutto della nostra autosuggestione
far si che in questo
particolare giorno accadano fatti strani e inspiegabili? In Gran Bretagna, hanno eseguito
uno studio su questo giorno, ed hanno scoperto che incredibilmente le denunce di
incidenti, e fatti strani al comando di polizia aumentano incredibilmente del 15% rispetto
agli altri giorni per cosi dire “normali”.1
Eppure sentite questa notizia di cronaca riportata dal blog “Notizie Pazze. Le notizie più
assurde della rete”2:
17/08/2010 Colpito
da un fulmine a 13 anni venerdì 13 alle 13:30
Che venerdì 13 fosse considerato da molte culture alla stregua del nefasto venerdì 17 è
ahimé noto.
1 http://www.drsplatter.com/?p=34&cpage=1#comment960
2 http://notiziepazze.myblog.it/archive/2010/08/17/colpitodaunfulminea13annivenerdi13alle1330.
html
E, puntualmente, anno dopo anno, in qualche remoto angolo della
terra la sfiga si abbatte inesorabile su qualche povero sventurato. La
scorsa settimana è toccato a un ragazzino di 13 anni, colpito da un
fulmine mentre si trovava al Lowestoft Seafront Air Festival3
nientemeno che alle 13:30 di venerdì 13 agosto 2010. Il Daily Mail4
incalza: “Altre due persone sono state raggiunte da un fulmine” ma
ora stanno tutti bene.
Certo che, preveggenza a parte, una parata di ombrelli aperti sotto un
nuvoloso e piovigginoso cielo inglese non poteva che preannunciare
una qualche tragica contingenza...
Commento
Certo, può essere anche prudente munirsi di ombrelli quando piove,
tuttavia i fulmini sono imprevedibili e sono capaci di deviare il loro
percorso e scansare l'“ombrello” della persona designata dal un destino avverso. Si è
capito che sto esprimendo la mia opinione e nell'occasione mi è venuto di fare questo
commento:
Ma non è stato considerata fino in fondo la precisione dell'evento in relazione al numero
fatidico 13. Perché anche l'anno 2010 porta al 13 eludendo gli zeri, che non contano, e poi
invertendo le cifre. È come guardare allo specchio il 2010.
Attenti, per curiosità, a quelli di 21 anni di giovedì ottobre prossimo, alle ore 21 e in
meravigliosa giornata di sole!
I giovedì sono fausti al contrario dei venerdì...
Gaetano Barbella
Poche ore dopo aver postato il commento suddetto mi è venuto di indagare sui due
numeri, il 13 e il 21, attraverso l'interpretazione che vi si riferiscono le carte degli Arcani
maggiori dei Tarocchi. Nulla che possa ritenersi fondato, oro colato, tuttavia la curiosità è
ladra...
È venuto fuori, prima di tutto, la conferma sulla cattiva nomea del numero 13 poiché
rappresenta la peggior cosa, la Morte. E poi emerge radioso come un sole nascente tutto
ciò che è legato al numero 21 che rappresenta il Mondo, la più bella carta dei tarocchi. Ed
ecco di seguito ogni cosa sulle due carte dei tarocchi, la XIII e la XXI:
L'Arcano n. 13, La Morte
L'arcano n. 13 rappresenta la Morte, premessa necessaria alla rinascita.
Superato, infatti, lo stato profano, il passaggio iniziatico, la prova
trasformatrice, si rivivrà e meglio, immersi in una nuova condizione di
sacralità. Rispetto alla raffigurazione tradizionale, qui lo scheletro ha le
ossa tinte di rosa carnicino, colore rappresentativo di tutto ciò che è
umano, e impugna la falce con la mano sinistra in modo da disegnare
con essa la lettera mem dell' alfabeto ebraico.
La falce dal manico giallo, colore della terra, ovvero della materia, ha
lasciato al suolo un piede, una mano e una testa che sembrano, però,
non aver perso vitalità ed espressione, quasi a indicare che niente muore del tutto e che
3 http://www.lowestoftairfestival.co.uk/
4 http://www.dailymail.co.uk/news/article1302883/
Lightningstrikesboy131313Friday13th.
html
ciò che sembrava perduto si è solo trasformato e continuerà. Di ciò che l'uomo ha fatto,
pensato, sognato, delle sue idee (testa) e delle sue azioni (mani e piedi) permane,
dunque, una traccia anche molto dopo che la Morte ne abbia trasformato il corpo materiale
in polvere.
La carta illustrata in questo testo, contrariamente alla maggioranza dei mazzi, riporta nella
didascalia il nome dell'arcano che, normalmente non compare oppure compare come 'IL
TREDICI', si preferisce, infatti, lasciare la spazio in bianco, per esorcizzarne l'oscura
pericolosità, il tabù legato alla morte, evitando perfino di nominarla o chiamandola
diplomaticamente l'innominabile.5
L'Arcano n. 21, Il Mondo
All'interno di una ghirlanda di foglie intrecciate, la dea della vita, velata di
rosso sembra impegnata nella corsa o nella danza. E invece rimane
immobile al centro, come un fuoco eterno e fiammeggiante nella sua
fissità, simbolo dell'attività, della giovinezza, della vita stessa. Molteplici,
del resto, sono i simboli che sembrano convergere in questa direzione,
assimilando la fanciulla del XXI Arcano all'antica divinità femminile della
terra e della fecondità, …
Il Mondo Favorevole
Il Mondo diritto spartisce insieme al Sole il titolo di miglior Arcano del mazzo. Non per
nulla, in analogia con il simbolismo del segno del Toro, stabile e lento, cui corrisponde,
assicura un'evoluzione lenta, ma costante, nella direzione del compimento totale.
Qualunque sia il campo d'azione cui si riferisce, amore, lavoro, denaro o salute, il
successo sarà completo e duraturo, la vittoria sugli ostacoli addirittura schiacciante, l'esito
del tutto favorevole e quasi miracolo...
Il Mondo Sfavorevole
Più che a un completo capovolgimento del senso, come avviene spesso quando l'arcano
compare capovolto, si assiste qui a un'attenuazione, a una limitazione della pienezza. Gli
eventi, per quanto prossimi alla realizzazione, non sono ancora realmente conclusi, forse
proprio a causa delle paure del consultante stesso, refrattario alle innovazioni e ai
cambiamenti? Il successo, certo ma non immediato, risente dell'influenza di ostacoli
esterni d'ordine ambientale, superabili...6
5 http://www.tarocchiantichi.com/significatocarta/
lamorte/
lamorte+
i14.htm
6 http://www.tarocchiantichi.com/significatocarta/
lamorte/
lamorte+
i14.htm

5 commenti:

teoderica ha detto...

Mi scuso principalmente con Gaetano e poi coi miei lettori, per non essere riuscita a postare al meglio questo piccolo saggio di Gaetano Barbella ( sono una vera schiappa col computer), ma alla fine quello che veramente conta è il contenuto.
GRAZIE GAETANO DEL SAGGIO AFFASCINANTE.

pulvigiu ha detto...

Buon fine settimana augurandoti
tanto sole nell'anima regalando
raggi d'amore a chi ti sta accanto.

Ciao da Giuseppe.

teoderica ha detto...

Ciao Giuseppe,
l' influsso del 21 si sta già avverando...aprire la mattinata con le tue beneaugurali parole è un buon inizio.
Ben ritornato.
:))))))))))

Annarita ha detto...

Ciao, Teo. Gustoso e intelligentemente ironico lo scritto di Gaetano.

Buona domenica.
Annarita.

teoderica ha detto...

Annarita, buona domenica anche a te.
Gaetano è un costruttore di realtà e di sogni... e perchè esista la realtà occorre prima sognarla, ancor prima di avere le idee...o almeno credo.
Bacioli.