sabato 9 ottobre 2010

TITO POTREBBE ESSERE UN GATTO GOLOSO OPPURE UN DITTATORE


TITO NON L'HA ASSAGGIATA


Tito non l'ha assaggiata,
la marmellata.
Tito non l'ha mangiata,
Tito non l'ha ingoiata
la marmellata.
Tito l'ha divorata,
l'ha sbafata, sbranata.
Tito l'ha trangugiata,
la marmellata

ROBERTO PIUMINI

16 commenti:

pulvigiu ha detto...

Quando si ama, tutti i piccoli
sospetti diventano paure.
E quando le paure diventano più grandi,
è segno che l'amore sta crescendo.

(Romano Battaglia)

Un bel aforisma augurarti una
buona domenica.

Ciao da Giuseppe.

teoderica ha detto...

Caro Giuseppe,
grazie per l' aforisma, ma per me l' amore toglie ogni paura, e da non sospetti ma certezze.
Un bacio soffiato dalla mano per augurarti una bella giornata ...d' amore.

pietro d. perrone ha detto...

Tito forse aveva fame di vita, d'amore, di luce, di forza, di sè...
Forse aveva fame di di ribellarsi, di prendersi in mano il barattolo intero...

teoderica ha detto...

Sì, potrebbe essere, infatti questa poesia può essere vista come fame di vita, ma all' opposto anche come fame di morte...io preferisco ingordigia di vivere...ciao.

riri ha detto...

Ciao Teoderica, ti auguro un buon inizio settimana. Tito è un pò come me, si tuffa nei piaceri che a volte fanno male..meglio abbuffarsi di vita con le mani dentro.Sono passata a farti un abbraccio.

hector49 ha detto...

Purtroppo si ha fame di tutto. siamo insaziabili. Tito è Michele Misseri, lo zio, e Sarah è la marmellata dolce che non c'è più...

teoderica ha detto...

Grazie riri,
del tuo passaggio e del tuo abbraccio, verrò anch' io poi a trovarti, ho visto che sei molto mattiniera alle 6,52 hai commentato , una vera allodola.
Ciao.

teoderica ha detto...

Ciao Ettore,
questa poesia la si può vedere da ambo le parti,quasi come la riva del bene e quella del male,in quanto a Sarah non ne voglio parlare, mi fa troppo male.
Ciao Ettore.

hector49 ha detto...

Ma Paola, ne parlano tutti, un motivo ci deve pur essere! Guardati dentro (ironia?) Ciao

hector49 ha detto...

Forse Sarah ci lava dal male, è il nuovo Messia, oppure Misseri è il cattivo esempio: che ci serva di lezione. Tra poco uscirà (forse) Paola una mia recensione del film la pecora nera, dove si parla di matti e manicomi (te pareva) e infilo Sarah e Misseri, Dio e Lucifero, il buono che si inzuppa di fetido

giardigno65 ha detto...

I FELINI SONO DEI GRAN DITTATORI !

teoderica ha detto...

Caro Ettore,
aspetto il tuo articolo, non ti voglio incensare troppo, ma ormai sulla Voce sei rimasto solo tu che mi attizza...l' inserto sulla Romagna e qualche lettera...gli altri hanno perso un po' di smalto, ripetono le stesse cose...tu no, parli delle stesse cose, ma sempre da angoli diversi.
Ciao e ten bota.

teoderica ha detto...

Giardino,
tu non hai idea della rabbia che mi fai...geniale e vera... I FELINI SONO DEI GRAN DITTATORI !
Ciao.

Raffaele ha detto...

Buon Giorno Carissima Teoderica,
oltre ogni giusta logica, oltre ogni umano giusto sentimento, oltre ogni giusta morale, dico solo che per quell'immutabile riequilibrante legge di causa/effetto in questa nostra sempre martoriata umanità non ci saranno mai Nè VINTI Nè VINCITORI fintanto che il vero male non verrà capito e trasceso.

teoderica ha detto...

Buon Giorno a te Raffaele,
sai la causa/effetto ha sempre impresso in me timore e rispetto...sarà che Dante è morto nella mia città e vi ha lasciato dei semi in profondità.
Ciao.

Raffaele ha detto...

Carissima Teoderica,
la morte e in effetti un trapasso.
In quanto a Dante ti garantisco che come tanti è ritornato tante volte, spesso con altri aspetti. virtù e conoscenze.....

Se non ci fosse quella divina legge della raccolta di ciò che si è seminato in questa o in altre precedenti vite, non ci sarebbe comprensione né tantomeno vera evoluzione spirituale, perchè tutto deve passare per la via pratica, esperienza dopo esperienza conoscenza dopo conoscenza fino a quel simbolico ritorno di ogni pellegrino, come un Figliol Prodigo.

.