giovedì 28 luglio 2011

BRISIGHELLA BRICIOLA DI BELLEZZA

Brisighella è considerato uno dei borghi più belli d' Italia. Si trova in provincia di Ravenna, lungo la strada che da Faenza porta a Firenze. E' un paese medievale con un dedalo di viuzze, adagiato ai piedi di tre cocuzzoli, chiamati i " Tre Colli". L' origine del nome Brisighella potrebbe derivare dal celtico "Brix"( luogo scosceso) oppure dal latino "brisca"(terra spugnosa, dovuto alla presenza della Vena del Gesso Romagnola) oppure dal veneto" bressichella"( briciola). La nascita del borgo è datata al 1200, quando Maghinardo Pagani, un grande condottiero delle Romagne, edificò su uno dei cocuzzoli la roccaforte; ma già il territorio era stato occupato in tempi più antichi dai Romani. Chi arriva a Brisighella non può mancare di fare la breve passeggiata ai" Tre Colli", sui quali si ergono la Rocca della Torre che ospita il Museo della Civiltà Contadina, dalla Rocca si passa al colle della Torre dell' Orologio al cui interno vi è la Mostra del Tempo, nell' ultimo colle immerso nei cipressi vi è il santuario del Monticino, in cui ad onore dell' effigie della Madonna qui custodita si celebra dall' 8 settembre 1662 una tra le più antiche sagre della Romagna. Da non perdere la storica "Via degli Asini"risalente al XII secolo, è una strada sopraelevata e coperta dove un tempo erano le stalle per gli asini dei birocciai che traevano il loro sostenimento dal trasporto del gesso. Brisighella ha dato i natali ad otto cardinali e numerosi sono gli edifici sacri, fra tutti spicca la Pieve di San Giovanni in Ottavo ( toponimo che conserva la memoria dell' ottavo miglio della vecchia strada edificata un tempo dai romani) o Pieve del Thò, edificata nel X sec con materiali romani e barbarici, la cui costruzione leggendaria si attribuisce a Galla Placidia. Un' occhiata veloce anche al piccolo Museo Ugonia ( 1881/1944), pittore che ha saputo cogliere l' atmosfera rarefatta di questi luoghi, all' antica fonte pubblica del paese ( 1490) detta "la funtana di tri sbroff"( dei tre zampilli) ed al monumento " Il fante che Dorme" di Domenico Rambelli (1886/1972) un bronzo atipico ed ironico nei confronti della guerra, dalle forme opulente che ricordano le attuali opere scultoree di Fernando Botero. Antichi sapori si gustano in questo borgo, assolutamente da assaggiare il rinomato " Brisighello"olio extravergine d' oliva estratto a freddo per sgocciolamento e la carne di Mora Romagnola( un' antica razza suina).
Numerose sono le sagre culinarie e spettacolari le Feste Medieovali che si tengono alla fine di giugno.

7 commenti:

cosimo ha detto...

Carissima Paola, ancora una volta tu riesci a farmi viaggiare con la mente ed a farmi trovare davanti a queste bellezze. Qualche giorno fa, per un caso fortuito,una deviazione stradale per dei lavori, mi sono trovato proprio davanti l'indicazione turistica della fonte Chiarodovo in quel di Bagno di romagna.
Chissà che non mi trovi pure un giorno in questo paese che qui presenti così tanto bene.
Un abbraccio sulla "via degli asini", perchè io che so quasi niente di arte, potrei abitare bene in quella via.
Un beso estivo.

teoderica ha detto...

Caro Cosimo, l' arte si guarda col cuore quindi tu che ne hai tanto non puoi essere un asino sull' arte.
Mi piace postare qualcosa che parli della mia terra, la Romagna, magari a qualcuno viene voglia di visitarla.
Ciao Cosimo.

cosimo ha detto...

...prima o poi verrà a me questa voglia. E sarà più per la Romagna che per l'Emilia"!
Un altro beso.

pietro d. perrone ha detto...

Cara Paola, neanche a Brisighella sono mai stato!
Mi sono preziosi i tuoi consigli di viaggio: prima o poi, te l'ho detto, verrò a fare una visita da quelle parti!

Approfitto per lasciarti, a mia volta, un invito: dall’11 agosto vado in vacanza, negli USA; con mio figlio abbiamo pensato mettere su un blog fotografico, per condividere qualche immagine di quel mondo e qualche sensazione di chi lo va a visitare (come sai, ho fatto l’anno scorso un’esperienza … blogghista simile in India, e mi sono divertito abbastanza e quindi quest’annosi replica). Se ne avessi voglia, l’indirizzo sarà: http://roadingusa.wordpress.com/

Adesso ti saluto,
ottima domenica,
Piero

teoderica ha detto...

Cosimo, se vuoi essere mio amico, la perfida Emilia manco la devi nomimare...ah ah ah ...l' emilia è cosmopolita mentre la Romagna è anarchica, rivoluzionaria e terrona...una miscela esplosiva ed implosiva.
Ciao.

teoderica ha detto...

Grazie Piero, per l' indirizzo, le foto sono sempre un bel regalo e l' angolazione, la veduta sono sempre soggette a chi le scatta, quindi vedrò NY con gli occhi tuoi e di tuo figlio...BUONA VACANZA, sono sicura che sarà meravigliosa...ma tu ormai ti sei affezzionato agli Stati Uniti, perchè c'eri andato anche qualche anno fa vero?
Ciao.

pietro d. perrone ha detto...

Si, un paio d'anni fa; proprio a New York, e solo lì.
Stavolta facciamo un giro diverso, da Washington, lungo la costa est e poi dentro, verso ovest, fino a Memphis e poi giù, verso New Orleans, fino a Miami, Florida.
Un girone!!!
Speriamo bene!

Buona domenica.
Piero