venerdì 24 agosto 2012

COCCINELLA


Tutte le favole hanno protagoniste molto giovani, questa no, parla di Coccinella una signora di cinquant'anni chiamata così perchè quando spolverava la casa e trovava una coccinella, la prendeva sul palmo di una mano, la baciava e poi la deponeva delicatamente su un fiore.
Coccinella era diventata molto triste, aveva sempre lavorato tanto e non aveva ore per stare in ozio, ma ora era rimasta sola ed aveva tanto tempo libero che a lei sembrava vuoto.
Un giorno mentre se ne stava al davanzale della finestra a piangere, una coccinella le volò sui capelli e...si mise a parlare: " tu sei sempre stata gentile con noi perciò voglio rivelarti un segreto, io che sono la regina delle coccinelle, posso esaudire un tuo desiderio, uno solo bada, tornerò fra una settimana e tu mi dirai che cosa vorrai".
Coccinella fu invasa da una specie di scarica elettrica, iniziò subito a pensare a questo, a quello , a sopra, a sotto, più pensava a ciò che voleva più non sapeva che voleva.
Ma alla fine della settimana aveva ben chiaro il suo desiderio, quando la coccinella volò sui suoi capelli le disse:" cara, dolce coccinella, vola da una qualsiasi persona ammalata e toglile il male, questo è il mio desiderio, perchè io non ho motivo di essere triste, sono sana, il pane non mi manca e con te ho capito che il vero segreto è ...non desiderare."


immagine di Teoderica

4 commenti:

nella ha detto...

Delicato e gentile come una piuma....

teoderica ha detto...

Nella grazie, sei molto gentile e lieve pure tu.
Ciao.

cosimo ha detto...

Una favola che insegna amore. Complimenti, cara Paola!
Sei riuscita a trasmettere tutto il contenuto con delicatezza, anche l'immagine creata da te.
Un abbraccio in volo.

PS - la coccinella è il simbolo del mio fare volontariato.

teoderica ha detto...

...forse inconsciamente ho scelto la coccinella proprio perchè simbolo di una malattia.
Buona giornata Cosimo.