domenica 14 ottobre 2012

LA CREATIVITA' AL POTERE









L'associazione culturale VACA vari cervelli associati, fondata con atto ufficiale nel 1995 (ma esiste dal 1989), ha sede a Russi, a Ravenna.

Da molti anni organizza un' esposizione che si chiama " Libri mai visti". Negli spazi della ex Chiesa in Albis di via Cavour a Russi.

Come sempre, al centro dell’esposizione ci sono piccoli mondi, antichi o modernissimi, animaleschi e tecnologici, presi dal quotidiano come dalla fantasia più sfrenata, messi in forma di libro. O meglio, di una concezione del libro parecchio allargata. I libri presenti ogni anno sono creatività d' arte e stupiscono ed ammaliano sempre il visitatore.

I partecipanti arrivano da ogni parte d 'Italia ed anche da paesi stranieri.

Ve ne ho voluto parlare, perchè chissà mai voleste partecipare e per farvi vedere qualche foto di questi fantastici libri mai visti.

7 commenti:

cosimo ha detto...

Bel tema, il contenuto di questo post!
Complimenti Paola :-)
Questa associazione culturale VACA, al pari di tante altre, è il tessuto pulsante dell'intero territorio italico. Sono la fucina del giorno dopo giorno, pensiero dopo pensiero, impronta dopo impronta: è quello che si allarga oltre il proprio piccolo confine, va verso altri territori dell'Europa e del mondo. Se solo fossero tenuti in debita considerazione dai responsabili dello stato sul territorio, oltre che ad incrementare la sostanza culturale e storica del tutto, farebbero anche la fortuna lavorativa di tanti. Nella mia città ha una bella vivacità l'associazione culturale Spazio Libero.
Un abbraccio creativo.

Soffio ha detto...

queste sì che sono idee

teoderica ha detto...

Caro Cosimo, prima o poi farò anche io un libro strano e fantasioso e parteciperò al progetto VACA ( VAri Cervelli Associati)...eh anch'io sono un cervello d'oro.
Ciao.

teoderica ha detto...

Anche le idee possono essere tradimenti.
Ciao Soffio.

cosimo ha detto...

...non avevo dubbi...sopratutto sul cervello d'oro.

Francesco Zaffuto ha detto...

Dalle immagini che hai proposto vedo un libro come formaggio per topi. Molto stuzzicante come idea, in fin dei conti i topi sono amanti della cultura, capaci di mangiarsi intere biblioteche. ciao

teoderica ha detto...

Caro Francesco...hai perfettamente ragione.
Ciao :)