lunedì 18 novembre 2013

IL GENIO DELLA LAMPADA DI ALADINO ESISTE

 Dalla lampada di Aladino esce un genio in grado di esaudire tre desideri.
Come avrei voluto quella lampada eppure il genio era anche malefico, dopo aver esaudito i tre desideri sarebbe rientrato nellla lampada?  
Oppure si sarebbe fatto un boccone di me, sempre a desiderare.
I desideri sono sogni, ma i geni  un tempo antico esistevano.  
I jinn ( noi  storpiamo il nome  in "genio" ) erano presenti nel folklore arabo ancor prima dell'avvento dell'Islam, ed erano creature in grado di sprigionare una grande forza malvagia, che poteva essere addirittura letale. Gli storici della religione islamica vedono in queste entità maligne i segni dell'ostilità dell'ambiente in cui vivevano le popolazioni della penisola arabica, in parte sedentarie e in parte nomadi.
 Più avanti, anche l'Islam accetterà l'esistenza dei jinn, attenuando, però, i loro tratti negativi. Con l'Islam, infatti, il jinn non è più una creatura necessariamente malvagia, ma è dotata del libero arbitrio, quindi può scegliere tra il Bene e il Male. 
Quindi esistono anche dei jinn buoni, convertitisi all'Islam dopo aver ascoltato le parole di Maometto. 
Questi sono esseri benefici per l'uomo e un esempio lampante si trova nelle Mille e una notte, nella fiaba in cui Aladino  libera il jinn rinchiuso nella lampada, che gli promette di realizzare alcuni suoi desideri. Per quanto riguarda i jinn cattivi, invece, l'Islam crede che possano interferire nella vita umana, ma non con la potenza malvagia di cui si credeva fossero dotati. Dopo l'avvento della religione musulmana, infatti, il jinn cattivo divenne uno spirito simile al poltergeist della mitologia nordica, che infastidiva con dei dispetti gli esseri umani, senza arrivare a essere letale.
Anche nella mitologia romagnola esiste un folletto un po' malefico il "Mazepegul", antipatico e dispettoso, molesta le ragazze, se queste ultime riescono a catturarlo, il Mazapegul sarà costretto ad esaudire i loro desideri per essere liberato.
Io non l'ho mai visto, ma c'è chi dice...



immagine di Teoderica 

2 commenti:

cosimo de bari ha detto...

Meglio questo Folletto Pugliese, un vino spumante dolce prodotto da uve primitivo in purezza e del territorio di Manduria. E' un vino dolce, elegantemente fruttato.
Un po' come sono tutti i pugliesi :-D
Ciao ciao Paola

paola tassinari ha detto...

Perché avete i folletti anche in Puglia?