venerdì 15 novembre 2013

UOMO LIBERO


L'uomo e il mare

Uomo libero, sempre amerai il mare!
Il mare è il tuo specchio; tu miri, la tua anima
nello svolgersi infinito dell' onde,
e il tuo spirito non è abisso meno amaro.
Ti piace tuffarti entro la tua propria immagine;
tu l'abbracci con gli occhi e le braccia, e il tuo cuore
si distrae talvolta dal suo palpito
al rumore di questo lamento indomabile e selvaggio.
Siete entrambi tenebrosi e discreti:
uomo, nessuno ha sondato la profondità dei tuoi abissi;
mare, nessuno conosce le tue ricchezze nascoste,
tanto siete gelosi di conservare i vostri segreti.
E tuttavia dai secoli dei secoli
vi combattete senza pietà né rimorsi,
talmente amate la carneficina e la morte,
o eterni lottatori, o fratelli implacabili.


Charles Baudelaire

Avevo già presentato questa poesia , ma ora  che non siamo estate e io non vado al mare la ripresento  con saudade, il mare come l'uomo è profondo  misterioso e crudele, dal mare arriva la vita e arriva la morte.

 immagine di Teoderica

2 commenti:

cosimo de bari ha detto...

Hai già detto tutto tu, aggiungo solo che come il mare, forse, dico forse, c'è solo il cielo.
Buon fine settimana, Paola :-)

paola tassinari ha detto...

Buon fine settimana a te Cosimo