sabato 24 maggio 2014

RAVENNA 2019 La città Ideale


Per prima cosa in una città ideale, tutti devono avere la possibilità di avere un lavoro dignitoso e possibilmente adatto alla loro personalità, così avranno autostima perché non si sentiranno dei mantenuti ed allo stesso tempo arriverà con le tasse il denaro per le opere pubbliche ad un governo responsabile e saggio, non cafone e caciarone come quello odierno, non sto parlando di Ravenna ma ahimè del governo nazionale. A questo primo punto, l'offerta di lavoro, Ravenna è assai lontana dall'essere sufficiente. Vi racconto la mia esperienza, sono rimasta senza lavoro,  possedendo punti di invalidità mi sono rivolta all'ufficio di collocamento, mostrando per la prima volta la mia  menomazione, mi dispiaceva molto farlo, ma la necessità lo imponeva. Non lo avessi mai fatto, è più facile, per modo di dire perché oggi lavoro non ce n'è, per un sano che per un disabile ottenere un lavoro...e la legge 104 a cosa serve allora? Quindi sul  lato lavoro Ravenna ha un voto bassissimo, come basso lo ha sul rispetto degli ammalati, in quanto il parcheggio all'ospedale è a pagamento, può sembrare una sciocchezza ma è proprio dalle piccolezze che poi derivano le grandi, è mancanza di rispetto per chi arriva agitato perché ha un familiare al Pronto Soccorso e deve parcheggiare, come per chi va a trovare un ammalato o chi deve effettuare una visita specialistica il quale è potenzialmente ammalato, deve pagarsi la visita ed anche gli spiccioli per l'auto. Io mi interesso d'arte, non sono "ferrata" per le cose di politica e di economia, ma ne sono convintissima prima arriva la Città col lavoro e poi l'armonia dell'ambiente in cui l'arte svolge un ottimo lavoro. Purtroppo il livello della società si è abbassato di molto, fioriscono lotte e raccolte di firme contro l'apertura di nuove fabbriche, dove non si capisce nulla, i dati sono sempre controversi, da una parte chi vuole lavorare, dall'altra la prevenzione del cittadino che è divenuto ambientalista ad oltranza, ma anche l'azienda se un tempo faceva di tutto per integrarsi al tessuto sociale, ora fa di tutto per creare invidia e risentimento.

 immagine di Teoderica "Teodora la Signora di Ravenna"

4 commenti:

cosimo de bari ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cosimo de bari ha detto...

Il biglietto da visita al tuo post, ovvero il tuo dipinto, e' Arte.
Premesso cio', non posso non dire che ogni angolo del mondo e' il contrario di quello ideale. Anche quello che si avvicina di piu' ha grandi nei. Poi il mondo della finanza e' la leva per il meglio oppure il peggio.
Buon mare di fine settimana!

cosimo de bari ha detto...

Con lo smartphone è partito per due volte lo stesso commento, che ho poi eliminato.

paola tassinari ha detto...

Mi sembri un ragazzino...sempre attaccato al cellulare.
Buon fine settimana Cosimo.