martedì 27 maggio 2014

RAVENNA 2019 La Città Ideale



  Poi ci sono i neuroni a specchio, quelli che imitano i comportamenti degli altri, così succede che non si da una monetina al mendicante anzi lo si insulta, ci si arrabbia poi in auto con gestacci che non vi dico, a me hanno detto  "puttana" in Piazza del Popolo, due neri, li ho infamati, ero nella mia Piazza, sotto la Sala del Comune, con accanto la sede della Prefettura, alle 18.00 di una sera di settembre, ci sono rimasta così male, però magari quei due sono senza lavoro e magari si sentono inferiori perché le ragazze di Ravenna manco li guardano, un nero non è un ragazzo è un insetto... speriamo che questi maledetti neuroni a specchio non mi facciano diventare così.
Dietro ai comportamenti maleducati, aggressivi, c'è sempre un malessere e un disagio nello stare nella società. Un mio conoscente è diventato mendicante, qualche mese fa su facebook c'era un commento in cui si parlava di lui: "Via Cairoli, la via dei ricchi ha un mendicante adeguato, chiede l'elemosina stando a parlare sempre col cellulare". Io conosco la sua storia, l'ho visto mendicare, l'ho abbracciato, gli ho chiesto:"Perché?". Lui mi ha risposto che deve raggranellare qualcosa per lo "spilatico" (cioè per le spesucce). Già qualche anno fa aveva i primi sintomi di una depressione, che si è dilatata con la malattia della madre, il crollo vi è stato con la morte di quest’ultima. Pensate è una persona laureata, gentile ed educatissima, ma non si può fare niente per lui, mi sono informata, avrebbe bisogno di un ricovero coatto, così senza il suo assenso non si può curare, e lui non si considera ammalato, anche questa è una strana legge, tu sei ammalato psichicamente, quindi non sei in grado di curarti, perché  non lo sai che sei ammalato però nessuno ti viene a prendere e a curare, devi dare l'assenso, eppure se uno è ferito in un incidente d'auto è penalmente perseguibile chi non si ferma a soccorrerlo, vedete cosa volete parlare di cultura, quando ancora oggi ci sono persone addolorate, ferite e sofferenti discriminate? Ancora c'è l'ammalato di serie B e quello di serie Z?       
Adesso però basta critiche a Ravenna che è un po' così in tutt'Italia, anche se mi viene in mente che la Giunta Comunale ha discusso, era sul giornale di qualche giorno fa, sull'eventuale ritiro della Cittadinanza onoraria a Benito Mussolini che la ebbe subito dopo la Marcia su Roma... mi vien da piangere.  

 

immagine di Teoderica "Classe a Sant'Apollinare Nuovo"

2 commenti:

cosimo de bari ha detto...

La vita della stragrande maggioranza dei politici sta nel muoversi per ritirare una cittadinanza, data anni fa, forse a colui che ha costruito il palazzo del popolo, ovvero il Comune, oppure nel far fare carriera ai fannulloni della pubblica amministrazione, oppure nel proporre santi chi porta via i soldi, di noi tutti. Non parliamo poi della vita delle leggi, prima qualcuno deve ucciderti e poi devi denunciarlo, sperando che la denuncia venga accolta. Altrimenti occorre che ci vogliono almeno due testimoni. Ecco che ti fai accompagnare dai due becchini che ti hanno raccolto in una pozza di sangue, e ti hanno portato all'obitorio.
Figuriamoci poi per un "puttana" o un "zoccola"! In questo caso si rischia pure che, il togato di turno, dia ragione a chi offende, perchè disturbato da mille problemi di disagio ambientale. Come quello che andava in giro a picconare esseri umani, forse è stato a Milano.
Dall'altro lato, è di un paio di giorni fa, la notizia che, in uno stato degli USA, hanno ripristinato la sedia elettrica. Forse perchè l'energia elettrica, adesso,costa meno, con tanti gestori in giro.

paola tassinari ha detto...

Beh in Italia la d'Urso ha denunciato Pupo perchè ha detto che aveva avuto un flirt con lei, gli ha pure dedicato una canzone... il procedimento è andato avanti sino al processo, quindi come vedi molto spesso i giudici perdono tempo per cosucce :)
Ciao Cosimo