martedì 6 luglio 2010

IN CINA LO STATO TI CERCA ANCHE LA MOGLIE

Ai tempi dell' imperatore, l 'amore era un filo di seta,tessuto sulle nuvole. Gli innamorati suggeriva il mito, dovevano seguire quel filo per incontrarsi una volta all' anno, sopra un ponte volante di gazze. Una ricetta magica scorrendo i numeri della popolazione.
Ma i tempi sono cambiati e la Cina pur considerando internet il male assoluto ha lanciato un sito web per combinare incontri tra i milioni di impiegati pubblici di tutto il Paese.
La Cina cerca di risolvere il problema generazionale dei " single". I suoi giovani non si sposano ed ancora peggio non fanno figli.
In una situazione di migranti, di stressati, dove scuola e lavoro sono ipercompetitivi e l' organizzazione cancella la vita privata, i giovani non hanno nè tempo nè voglia per formarsi una famiglia.
Si tenta di salvare la Nazione, occorrono cioè nuove famiglie per aumentare i consumi interni e per continuare lo sviluppo edilizio.
Non è meglio rispolverare la vecchia ricetta magica dei tempi dell' imperatore?

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Sì, Teo. Era meglio inseguire il romantico filo di seta...

Hai l'indirizzo del sito che hai citato? Sarei curiosa di visitarlo.

Sono annarita che ti scrive da anonima perché da loggata l'editor non funziona.

Ho letto in rete che ci sono problemi con i commenti, ma inspiegabilmente da anonimi funziona!

Bah! Misteri...

Ciao, Teo. Ti saluto perché domani parto per il mare, finalmente. Continuerò a postare, però, con andamneto lento...

Un salutone!

annarita

sara ha detto...

ciao Paola, come procede l'estate? Qui si fonde anche se siamo al mare, mi immaggino altrove...
un grande abbraccio.

teoderica ha detto...

Cara Annarita,
non ho l' indirizzo del sito, perchè è una notizia che ho letto sul quotidiano Repubblica...mi colpiva il fatto che il troppo lavoro e lo stress avesse ucciso l' amore ed il senso della famiglia...in fin dei conti è così anche da noi.
Ciao, buon mare e rilassati... occorre saper mantenere anche un andamento lento, è essenziale altrimenti diventiamo solo delle macchine.
Un bacione.

teoderica ha detto...

Ciao Sara,
ci si fonde dal caldo e dall' umidità anche qui, più precisamente ci si bolle.
Ho finito di leggere " Al sole del sud", i racconti sono tutti piacevoli, interessanti e scorrevoli.Il racconto da me preferito, sono un' inguaribile sentimentale amante delle favole, è quello del gabbiano e del merlo.........me lo sono proprio goduta come un gatto quando fa le fusa.
Grazie.
Un bacione.

pietro d. perrone ha detto...

Ciao Paola, certo lo Stato che pensa a tutto può anche far paura... ma se ti cerca addirittura la moglie ...
... mbè, allora vuol dire che ha deciso di condannarti all'ergastolo risparmiando anche le spese del processo !

Buona estate.
Sono provvisoriamente molto al limite con il computer, in pratica riesco a collegarmi per pochi minuti ogni tanto... quindi ... accio molto silenzio.
La povera repubblica indipendente langue,
anche i rapporti con te e con gli altri amici di blog e di Fb si stanno rarefacendo ...
Spero di farmi perdonare, io resto sempre vostro amico affezionato.

Buone vacanze, intanto

teoderica ha detto...

Ciao Piero,
non fare lo spiritoso...la moglie è lo scalino per la libertà, quella intellettuale intendo,è un punto fermo nella vita...sono convinta che un uomo si senta menomato senza la sua metà...
Proprio ieri mattina ho letto sul giornale che l' Italia è a rischio... troppe connessioni, causa il boom dei nuovi telefonini, la rete rischia di saltare.
Io non ho vacanze, ma mi godo delle ore al mare che raggiungo in pochi minuti.
Bacioli.