martedì 13 aprile 2010

UNA STORIA D' AMORE

Rodan, un esemplare maschio di cicogna e la sua compagna Malena si sono costruiti un nido su un tetto di una casa a Brodsky Varos ( Croazia).
Da cinque anni Rodan, seguendo la sua natura, ai primi freddi va a svernare in Sudafrica, mentre Malena non può seguirlo dal momento che non è in grado di volare per colpa di una fucilata di un cacciatore.
Ma Rodan non si dimentica di Malena: ogni anno, puntuale, torna da lei nella bella stagione.
Ogni anno sempre nello stesso giorno: sa che Malena lo aspetta.

9 commenti:

giardigno65 ha detto...

UNA BELLA STORIA...

Raffaele ha detto...

La forza dell'amore che l'essere umano non conosce.

teoderica ha detto...

Era una risposta al commento lasciato da te sull' amore.........quando è vero amore non delude mai.
Ciao.

teoderica ha detto...

Caro Raffaele, sono convinta che ce l' abbia anche l' uomo, come sono convinta che si possa imparare anche osservando il comportamento degli animali, dei fiori, persino dei sassi........io ad esempio ho imparato tanto dagli animali che ho avuto........buona giornata Raffaele.

Gaetano Barbella ha detto...

Tuttavia, per contro, invertendo le parti e curiosando su come sembra che vadano le analoghe cose delle coppie umane, le cose starebbero così.
Da una ricerca effettuata dal mensile Burda su un campione di 700 donne tra i 20 e 55 anni. Il 50% delle intervistate ha ammesso che durante il viaggio (per lavoro e vacanze) è stata tentata di vivere un'avventura sentimentale. Il 22% ha ammesso, invece, di aver consumato il tradimento. Unica consolazione per i maschi? Le partner dopo aver provato la "novità" quasi tutte ritornano all'ovile.

Non si può evitare di immaginare che quella cicogna maschio, che è andata a svernare in Sudafrica (come dire in vacanza), non si sia comportata allo stesso analogo modo delle umane femmine!

E poi amare sul serio comporta dividere la sorte dell'amata o amato. Ma questo vale per gli umani. Per gli animali vale la legge ferrea darwiniana: mantenere la specie. Dunque il caso della coppia di cicogne in questione è davvero esemplare, non c'è che dire!
Una volta tanto abbiamo la prova che le due leggi, dell'evoluzionismo e del creazionismo, trovano dei compromessi e così la vita può continuare sulla Terra.

Gaetano

teoderica ha detto...

Sai Gaetano, sulla fedeltà non sono più ferrea come un tempo, ognuno avrà le sue ragioni, e se il maschio di cicogna fa le corna mentre è in Africa...che importa torna sempre da Malena.
L' amore è quando non lasci la compagna o il compagno, le tentazioni esistono ma se non lasci il compagno vuol dire che non puoi farne a meno, che sei una sola cosa con lui.
Sai perchè ho cambiato idea? Te lo racconto: una persona che oggi è novantenne, è stato un grande tombeur de femmes, si innamorava facilmente e faceva una corte spietata al suo oggetto del desiderio, e in un modo o nell' altro otteneva ciò che voleva, la moglie gelosissima era sempre beffata. Le sue cotte passavavo velocemente e mai lasciò la moglie, mi disse che non lo fece mai perchè non avrebbe sopportata che un altro uomo avesse preso il suo posto.La moglie si ammalò, lui la seguì e curò con ogni grazia ed ogni presenza e gentilezza, quale io non ho mai visto. La moglie morì e lui da allora fu come spento, più nessun tradimento, lasciò l' azienda al figlio e si ritirò in un podere in collina. Lui avrà fatto le corna alla moglie, ma io non ho mai visto un amore così.
Ciao Gaetano.

pietro d. perrone ha detto...

Una storia tenera, di quelle che la natura ci sa raccontare senza le prepotenti volontà dell'uomo, che impone ai suoi simili la forza dei comandamenti morali.
Giusti, per carità.
Ma innaturali, se visti dalla parte dell'istintualità insita in ogni essere vivente.

Intendo che se Malena fosse una regina, come lo era Penelope, il suo pianto e la sua paziente attesa sarebbero stati fonti di ispirazione poetica eterna, ed anche la sua fedeltà avrebbe costituito motivo di esemplarità e di preghiera.

Ma Malena è un'essere vivente che vive secondo i comandamenti della natura e va dove il cuore, l'istinto e l'estro le comandano di andare.
Non piange.
Noon attende.
Non freme.
Non immagina e non sogna.

Un amore senza amore.
Come quello del suo Rodan. Governato dai ritmi del tempo e delle stagioni, non dalle frenesie dei sentimenti gelosi e schiavisti.
E Rodan, ogni anno, puntuale, sfida le immensità del pianeta per tornare dalla sua Malena.
Perchè la natura sa essere sincera. E generosa. E vera.
Più sincera dei comandamenti morali dell'uomo.
Più generosa delle storie d'amore degli uomini, piene di cuori spezzati e di sacrifici e delitti. Guerra crudele.
E più vera dei giuramenti degli amanti più caldi. Traditori e bugiardi.

teoderica ha detto...

Perchè la natura sa essere sincera. E generosa. E vera.
Più sincera dei comandamenti morali dell'uomo.
Come mi sono piaciute queste frasi, osservare la natura è vedere il miracolo in ogni secondo, è così armoniosa, anche nelle cose brutte.....Malena ferita dall' uomo non può volare, ma il suo compagno ritorna a fare i "cicognini" solo con lei, gli scienziati dicono che gli animali hanno una "sapienza" fatta di istinti, sai che ti dico ...in certi casi è meglio la sapienza dell' istinto e a me questa storia ha riempito l' animo di dolcezza e perciò l' ho voluta raccontare anche a voi.
Ciao Piero....buon fine settimana.

stella ha detto...

Storia commovente!