domenica 18 dicembre 2011

A PADOVA VOLEVO ANDARE ( racconto in 9 puntate)



6puntata




Il centro di Rimini è racchiuso fra l' asse che va dal Ponte di Tiberio all' Arco di Augusto, è raccolto in una conchiglia silenziosa nei mesi che non siano d' estate.
Lasciamo la Rocca e ci dirigiamo al suggestivo Ponte di Tiberio, un manufatto di soffuso biancore , che si tuffa sopra le acque del Marecchia mentre il fiume si tuffa nel mare.
Il Ponte di Tiberio collega il centro storico diRimini con il Borgo San Giuliano.
La sua costruzione risale all’età dell' antica Roma , i lavori iniziarono nel 14 d. C. per concludersi nel 21 d. C. come riporta l’incisione sui parapetti interni; i lavori finirono sotto il regno di Tiberio , da questo il nome. Evidentemente i romani di un tempo erano celeri nell' eseguire i lavori anche non disponendo dei mezzi di oggi.
Costruito in pietra d’Istria, il ponte si sviluppa in cinque arcate che poggiano su piloni muniti di speroni frangiflutti ed impostati obliquamente rispetto all’asse del ponte, in modo da assecondare la corrente del fiume Marecchia. Infatti è l’unico ponte cittadino traversante il fiume, resistette ai bombardamenti dei tedeschi, e oggi è ancora percorribile anche da mezzi pesanti. Questo è un po' un peccato perchè percorrere il ponte e le sponde che portano al livello del fiume è un percorso molto romantico, sulle bitte vi si può sedere ed osservare il lento fluire dell' acqua, le barche multicolori, il bianco ponte così maestoso nei suoi 2000 anni di vita, allora può assalire anche il velo della malinconia, lo struggimento degli anni inutili e futili perchè veloci come un lampo, e sobbalzare di colpo perchè un' auto ti sta per investire.
Ai bordi della pavimentazione si vedono delle lastre di pietra con iscrizioni latine. Secondo una leggenda è l’ennesimo “Ponte del Diavolo” visto la presenza di due tacche somiglianti all’impronta di piedi caprini.
Più che ponte del diavolo è ponte dell' amore, in quanto non è raro imbattersi in adolescenti che si scambiano bacetti, a dire il vero io ho pure visto una coppia di "anzianotti" baciarsi e mi hanno fatto tenerezza ed invidia...ah l' amour, l' amour.

6 commenti:

cosimo ha detto...

Sarà il Ponte del Diavolo, ma di un diavoletto buono, dato che i bombardamenti non lo hanno sfiorato e gli innamorati vanno a passeggiare, ad abbracciarsi ed a baciarsi. Persino quelli "anzianotti", ammettendo pure una certa saggezza in amore. Quella che afferma che anche in amore non è mai troppo tardi. Infatti il ponte è li da 2000 anni e resterà lì ancora per chissà quanti altri millenni e innamorati di tutte le età.
Pensavo alla puntata dove avrei letto di un gelato, invece trovo, ed è un bene, il ponte dell'amore.
Buona domenica e un beso di mare.

sara ha detto...

Cara Paola,
ti lascio un mare di auguri per le prossime festività!
Buon Natale, buon Anno, buon Tutto!

pulvigiu ha detto...

Ho letto qualche puntata,
bella lettura da scoprire.

Buona domenica in attesa del
Santo Natale.

Ciao da Giuseppe.

teoderica ha detto...

Eh dai col gelato Cosimo, l' escursione era autunnale, mica estiva, il gelato raffreda , il bacio scalda.
Ciao Cosimo.

teoderica ha detto...

Cara Sara,
grazie per gli auguri e per la visita, io come al solito ti auguro che ti accada ciò che più vuoi.
Un bacio.

teoderica ha detto...

Caro Giuseppe,
grazie, sei un uomo cortese e gentile.
Buona domenica e un abbraccio con bacio sulle guance per augurarti BUON NATALE.