sabato 17 agosto 2013

MI DONASTI IL TUO CUORE


MI DONASTI IL TUO CUORE

Non mi convincerà lo specchio ch'io sia vecchio,
fin quando tu e giovinezza avrete gli stessi anni;
ma quando vedrò il tuo volto solcato dalle rughe,
allora m'aspetto che morte termini i miei giorni.
Infatti, tutto il decoro di tua bellezza
non è che luminosa veste del mio cuore
che vive nel tuo petto, come il tuo nel mio:
e allora come potrei essere di te più vecchio?
Perciò, amore mio, abbia di te gran cura,
come anch'io farò, non per me, ma per tuo bene,
costudendo il tuo cuore teneramente,
come nutrice col suo bimbo, che non gli incolga male.
Non contare sul tuo cuore quando il mio sia spento tu me lo donasti non per averlo indietro.

                               William Shakespeare
immagine di Teoderica



4 commenti:

cosimo de bari ha detto...

il cuore e la mente, casseforti senza età...mentre la tua opera, dire che é divina, é poco.
....buona domenica:-)

paola tassinari ha detto...

Esagerato :) ciao Cosimo, buona domenica anche a te.

Adriano Maini ha detto...

Versi immortali, perché si attagliano ancora oggi a dei cuori sinceri!

paola tassinari ha detto...

Ciao Adriano, purtroppo ci sono sempre meno cuori sinceri.