domenica 23 marzo 2014

DISCOBOLO LANCELLOTTI

È una copia d’età antonina tratta dall’originale in bronzo del V sec. a.C., realizzato dal grande scultore greco Mirone. Venne rinvenuta nel 1871 sull’Esquilino ed entrò nelle collezioni di Palazzo Massimo Lancellotti. Si tratta di una delle più celebri sculture della storia dell’arte celebrata sin dall’antichità per la resa dell’atleta in movimento.
E' sicuramente una statua bellissima, riesce a catturare il gesto armonico e ben riuscito di un atleta, dal braccio teso alla torsione del piede, le proporzioni poi risultano eleganti quasi un bello ideale.
Ma come mai fu rinvenuto solo nel 1871?
E' certificato che nel 1800 il cardinale Fesch, zio di Napoleone Bonaparte, e grande estimatore d'arte,( pare che il generale Bonaparte prenda il " vizio" di fare incetta di opere d'arte italiana proprio dal cardinale) prenda in affitto palazzo Lancellotti e qui si contorni di opere d'arte su cui troneggia il celebre Discobolo, il cardinale lo tiene nascosto perchè sa che se ne avesse notizia il nipote se lo accaparrerebbe subito.
Il Discobolo si salvò dai francesi ma durante la Seconda guerra mondiale fu portato a Berlino, venne restituito all’Italia nel 1948.
Ora se ne sta al Museo nazionale romano.


foto Discobolo Lancellotti


8 commenti:

cosimo de bari ha detto...

Il Discobolo parla di come fosse lasciato tutto alla forza fisica dell'uomo, un gesto atletico e non. Quel disco pare voglia dire che con l'impegno, il pensiero e le gesta di un uomo, possiamo arrivare lontano. Fino a cambiare il mondo.

paola tassinari ha detto...

Tu che sei un appassionato di sport dovresti ammirare anche l'artisticità e l'armonia del gesto.
Ciao Cosimo.
PS vedi io considero lo sport un'arte/performance

cosimo de bari ha detto...

wowowowww...che bell'opera d'apertura blog!
Complimenti :-)

Si è vero sono un appassionato di sport ed anche nei giochi di squadra mi lascio prendere dalle gesta del singolo, sono sempre nuove, artistiche e creative, non c'è mai nulla di scontato o/e di prevedibile.
Buona settimana cara paola:-)

paola tassinari ha detto...

Ciao Cosimo, l'apertura del blog è fatta con un ritratto mio, da bambina.
Ciao

cosimo de bari ha detto...

insomma...una bella bambina :-)

Ps-avevo intuito

paola tassinari ha detto...

Perchè adesso no?

cosimo de bari ha detto...

Commentavo l'opera, ovvero la bambina raffigurata. Che non poteva non portare alla bella donna di oggi.
:-)

paola tassinari ha detto...

Ah!