domenica 9 marzo 2014

IL PELUSINO E LA PELUSINA

Ho l'abitudine , ma credo anche voi, di cambiare il nome alle cose, a volte  uso il vezzeggiativo, a volte l'austero, a volte  il dispregiativo a seconda di cosa mi ispira la circostanza.
Io abito in una casa singola con tanto spazio attorno e perciò riscaldarla è molto costoso, addirittura proibitivo,  quindi in casa mia non è mai molto caldo sui 18 gradi circa, se ci si muove si sta  bene , ma se si sta fermi, seduti sul divano o davanti al computer occorre coprirsi; così mio compagno di viaggio è divenuto il  Pelusino.
Il  Pelusino è una coperta leopardata in pile, mi è diventata indispensabile, il  Pelusino è la mia coperta di Linus, non ne posso fare a meno, anche se non è freddo il  Pelusino sta sempre con me al pc mentre scrivo a voi.
Tutti a casa mia sanno chi è il  Pelusino, pure gli amici, certo gli ho dato un nomignolo sciocco ma era quello più indicato, quello che più era rappresentativo di cosa il  Pelusino è per me.
Quest'anno è arrivata anche la Pelusina, me l'hanno regalata, è una borsa d'acqua calda che si riscalda elettricamente in cinque minuti, poi resta calda per circa otto ore.
Dopo essere stata con me al  computer, il  Pelusino lo tengo sulle spalle, la Pelusina sullle gambe, me la porto nel letto, la Pelusina mi riscalda i piedi.
Dovrei andare a vedere cosa dicono gli psicologi su queste manie da bambina che mi sono venute, francamente non me ne importa un fico secco, il Pelusino e la Pelusina li tengo perchè ho freddo, io sono nata d'agosto, non sono temprata per i mesi freddi.
Ultimamente ho saputo che la Pelusina potrebbe essere pericolosa, potrebbe ustionare, ed anche fuoriuscire il liquido interno che è irritante...forse sarà vero o forse no.
Intanto ho scritto il post anche per questi miei due amici...ve li ho presentati.

immagine di Teoderica  

2 commenti:

cosimo de bari ha detto...

Un bel regalo la Pelusina, come se ti avessero regalato un abbraccio lungo un inverno, anzi anche pure un mezzo autunno.
Insomma un regalo che vuol dire presenza calda.
Mi immagino tra Pelusino e Pelusina con attorno mimose e gardenie: quelle di ieri e quelle di oggi; quelle di un modo business della festa della donna e quelle di un mondo di ricerca, volta sempre più al fenomeno patologia/donna. Sempre più in aumento, maledettamente,,GRRRR
Buona domenica Pelusina giallina e bianchina.

paola tassinari ha detto...

Ciao Cosimo ti salutano anche Pelusino e Pelusina.