lunedì 29 giugno 2009

VIAGGIATORI


FOTO DI FABIO CORVINI


USCITA

I veri viaggiatori partono per partire ;

cuori leggeri simili a palloni,

mai cercano di sfuggire al loro destino,

e, senza sapere perché, dicono sempre : Andiamo !

Sognando... voluttà vaste, multiformi, sconosciute, ...

Oh stupefacenti viaggiatori !... Mostrateci... le vostre visioni...

E’ una sapienza amara quella che si ricava dal viaggio !...

Se puoi restare, resta ; parti, se necessario....

e inebriarti della dolcezza strana di questo pomeriggio che non avrà mai fine !...

E’ ora !..Salpiamo... Per trovare il nuovo nel grembo dell’Ignoto !

Charles Baudelaire


ARRIVA LUGLIO , TEMPO DI VACANZA .
QUESTA POESIA E' DEDICATA A CHI PARTE , MA ANCHE A CHI
PER VARI MOTIVI NON POTRA' PARTIRE , E VIAGGERA' SOLO CON LA MENTE.

2 commenti:

Gaetano ha detto...

Estate, vacanze! Ma c'è chi non potrà mai "salpare"...

‘O GULIO CHE SFRECULEA

Che guaio ‘a calura senz’aria de’ ssere:
è scura pe’ l’omme che nun tene niente,
quanno ‘o gulio le ven’ pe’ lo sfreculià.
Chissà, passa n’anima amica e sente:
vien’ co’ mmè a magnà, cantà e vevere.
Ma è longa ‘st’attesa, che fa sulo pallià.
Fa cap’ a ‘no supplizio che lo fa lacremà,
e co’ chelle ssere senz’aria, pe’ lo cresemà.

Traduzione:

LA VOGLIA CHE STUZZICA

Che guaio l’aria immota e calda delle sere:
non le sopporta l’uomo senza mezzi,
quanto la voglia gli viene per stuzzicarlo.
Chissà, passa un amico e sente da lui:
vieni con me a mangiare, cantare e bere.
Ma è lunga quest’attesa, che lo illude soltanto.
Fa capo ad un supplizio che lo fa piangere,
e con quelle sere senz’aria, per crocifiggerlo.

Gaetano

teoderica ha detto...

Sai Gaetano, in fondo cosa importa viaggiare o andare in vacanza.......tutto ci può essere tolto in un attimo.......i momenti belli sono fugaci.......il viaggio più bello è essere utili a chi si ama.Un abbraccio.