venerdì 6 gennaio 2012

EPIFANIA LE FESTE PORTA VIA


Voglio fare un regalo alla Befana
(Gianni Rodari)

La Befana, cara vecchietta,
va all'antica, senza fretta.

Non prende mica l'aeroplano
per volare dal monte al piano,

si fida soltanto, la cara vecchina,
della sua scopa di saggina:

è cosI’ che poi succede
che la Befana... non si vede!

Ha fatto tardi fra i nuvoloni,
e molti restano senza doni!

Io quasi, nel mio buon cuore,
vorrei regalarle un micromotore,

perchE’ arrivi dappertutto
col tempo bello o col tempo brutto...

Un po' di progresso e di velocitA’
per dare a tutti la felicitA’!




immagine di Teoderica

11 commenti:

cosimo ha detto...

Questa notte
con le calze
per nulla rotte
la Befana è stata più veloce
ha oltrepassato ogni foce
sospinta oltre la pianta
non da una pinta
ma dal vento di maestrale
che la fatta sembrare più regale


Grazie della filastrocca, cara Paola.
Con questo post, mi hai riportato indietro a quando ero bambino. Mio nonno mi faceva portare un cestino di regali ai bordi della apposita pedana, messa a centro incrocio, dei vigili urbani. Ed a quei tempi erano rispettati e temuti al pari del sindaco. Da noi si appellavano pure "sotto eletti", ovvero il gradino più sotto del primo eletto, il sindaco.
Buona festa, cara Paola:-))

Ps- e poi quei rami alti dell'albero in foto, a me piacciono tantissimo. E' una tua opera?

cosimo ha detto...

Errata Corrige :" che l'ha fatta sembrare più regale"

teoderica ha detto...

Caro Cosimo,
non so se l' hai notato, ma la filastrocca di Rodari è per il progresso e mi sembra un buon auspicio per questi giorni in cui TG e quotidiani fanno a gara per dare le dare le notizie più brutte.
Grazie per il racconto della befana/pedana del vigile ...mi è piaciuto molto.
Buon re Magio.

Soffio ha detto...

Bella filastrocca. Quanto al tuo commento ti dirò che il fuoco in agosto é pericoloso, i fossi non ci sono, né l'erba alta perché viene regolarmente tegliata per poter lavorare meglio.
L'unica cosa possibile é la romagnola

teoderica ha detto...

Essì Soffio, in agosto non si possono accendere fuochi, i fossi non ci sono, l' erba è tagliata, ma la romagnola ne sa una in più del diavolo...si ritorna al campo di pere la sera a prendere qualcosa che si è dimenticato...ah ah ah

Soffio ha detto...

Ma Teo... un onesto caffé in quella rivendita che ho già conosciuto, con una piada e un mezzo toscano??? Un giorno ripasserò e mi riconoscerai dal garofano bianco all'occhiello. Per non metterti in imbarazzo userò il LEI, e per stare un poco a guardarti forse ordinerò due o tre grappini la mattina, così dopo dirò cose pazzesche!! Magari ti porto un cesto di pere

teoderica ha detto...

Le pere meglio di no...sono peccaminose.
Ciao Soffio.

pietro d. perrone ha detto...

E speriamo che l'augurio di Rodari raggiunga, infine, il suo obiettivo!
Un pò di progresso e di velocità per dare a tutti la felicità!

Beh, ottimo, no?

Buona domenica!!!
Piero

cosimo ha detto...

Ed il calendario cammina, dopo le feste, tra l'alternarsi dell vento, del mare agitato, delle nuvole, della pioggia, forse pure della neve. Ma il tutto non intacca il luccichio dei cuori belli.
Buon gennaio, Paola :-))
Un beso.

teoderica ha detto...

Buona domenica anche a te Piero...qua in Romagna c'è un bel sole.

teoderica ha detto...

Caro Cosimo è la prima volta che uno mi augura un buon mese...GRAZIE.
Ciao.