venerdì 20 gennaio 2012

L' UOMO HA PERSO I DENTI O IL GIUDIZIO?

E' un' idea diffusa, anche se falsa che l' uomo stia perdendo i denti del giudizio.
Il primo a proporla fu Charles Darwin: secondo lui, i denti del giudizio sono un' eredità dei nostri antenati ominidi, che avevano una mascella più larga e con più denti per triturare meglio le foglie di cui si nutrivano, compensando così la incapacità di digerire cellulosa.
Oggi si pensa che i denti del giudizio, abbiano meno spazio per crescere, perchè nell' evoluzione dell' uomo il cervello è aumentato di dimensioni.
In ogni caso i terzi molari sono denti vestigiali, cioè organi che, con l' evoluzione, hanno perso la propria funzione originale.
Che abbiano a che fare con la mancanza di giudizio della società odierna?



immagine: Senza titolo di Teoderica

11 commenti:

cosimo ha detto...

Cara Paola, se parto dalla tua magnifica opera, non posso non dire che, laddove il dente del giudizio stia virando verso l'oscurità momentanea, arriva in aiuto il laser del dentista. Così capita per l'appannamento momentaneo o continuo del giudizio che nasce nel cervello degli uomini, e di cui ogni di noi pare sia dotato, sin dalla nascita. Insomma, noi uomini, per il giudizio, siamo in possesso di tutto quanto serve per tagliandarlo in continuazione.
Che giudizio usa un folletto?
Un beso giudizioso.

teoderica ha detto...

Oggi un folletto è quello che ha più giudizio, prchè siamo in un mondo di folli...folletto è un diminutivo e poi è così chiamato anche un vento particolare che spazza via tutto...e buttiamo a mare anche il giudizio che tanto non ci salva neanche quello.

Francesco Zaffuto ha detto...

Il cervello forse non coincide con il giudizio. Ricordo di avere conosciuto persone molto intelligenti, ma senza giudizio.
ciao

teoderica ha detto...

Sai Francesco che hai proprio ragione...e che a volte il giudizio è proprio noioso.
Ciao.

pietro d. perrone ha detto...

Beh, i denti non so, ma il giudizio pare spesso che stia diventando merce molto rara!

Un ottimo fine sttimana, Paolè!
Un abbraccio, anche
Piero

teoderica ha detto...

Piero un abbraccio e unn caro saluto...lo sai ho scritto un libro, ora viene il difficile.
Ciao e buona domenica.

Soffio ha detto...

ciao teo, come potrei affrontare un fine settimana senza salutarti???

teoderica ha detto...

E io come potrei stare senza il tuo saluto?
Un baciotto.

pietro d. perrone ha detto...

Beh, Paolè, allora ... in culo alla balena!
Piero

teoderica ha detto...

Grazie Piero, ne ho proprio tanto bisogno.
ciao.

modna50 ha detto...

Il giudizio al giorno d'oggi...una cosa assai rara!! una buona serata a te