sabato 6 luglio 2013

BACIAMI, MORDIMI, INCENDIAMI...SE LA POESIA E' FUOCO


Canzone del maschio e della femmina



Canzone del maschio e della femmina!
Il frutto dei secoli
che spreme il suo succo
nelle nostre vene.
La mia anima che si diffonde nella tua carne distesa
per uscire migliorata da te,
il cuore che si disperde
stirandosi come una pantera,
e la mia vita, sbriciolata, che si annoda
a te come la luce alle stelle!

Mi ricevi
come il vento la vela.

Ti ricevo
come il solco il seme.

Addormentati sui miei dolori
se i miei dolori non ti bruciano,
legati alle mie ali,
forse le mie ali ti porteranno,
dirigi i miei desideri,
forse ti duole la loro lotta.

Tu sei l'unica cosa che possiedo
da quando persi la mia tristezza!
Lacerami come una spada
o senti come un'antenna!
Baciami,
mordimi,
incendiami,
che io vengo alla terra
solo per il naufragio dei miei occhi di maschio
nell'acqua infinita dei tuoi occhi di femmina!


Pablo Neruda

8 commenti:

pietro d. perrone ha detto...

poesia calda e intensa d'amore... che è amore per tutto, del corpo per il corpo e della vita per la vita,mi sembra, no?

Buona domenica, Paolè!

Piero

cosimo de bari ha detto...

Un inno all'amore per l'amore che comprende il desiderio, la passione, la voglia di erotismo, la gioia orgasmica, il perdersi senza frontiere di libidine, la sofferenza, la felicitá che due amanti vivono e si donano l'un l'altro.
Insomma li leggo come versi di un vissuto, ricordando il Neruda del film "Il Postino ".
Paola buona domenica di m a r e...

paola tassinari ha detto...

L'estate è la stagione degli amori o se vuoi delle scappatelle.
Buona domenica

paola tassinari ha detto...

Cosimo come non augurarti un'estate di fuoco?

Adriano Maini ha detto...

A lungo ho apprezzato poesie d'amore solo se erano di Neruda, di cui con il tempo ho conosciuto anche la vena di una calda sensualità, che oserei definire mediterranea: come quella che affiora in questi versi.

cosimo de bari ha detto...

Paola, come non ricambiarti l'augurio? :-))

paola tassinari ha detto...

Adriano chissà quante donne hai conquistato con Neruda.

paola tassinari ha detto...

Grazie Cosimo :)