sabato 13 novembre 2010

I VIAGGI DI GILLES ( racconto incasinato)


MASSONERIA SCOZZESE 12 puntata


Prima di uscire dall' Inghilterra e dal Circolo Pickwich vi chiedo ma Dickens , sarà stato un massone oppure no?
Certamente lo fu Lord Byron.
Più o meno nello stesso periodo di Dickens viveva in Inghilterra Lord Byron (Londra 1778/ Missolungi 1824 ) , questo grande poeta aveva conosciuto la giovane contessa Teresa Guiccioli Gamba( nell' immagine un suo busto) a Venezia, se ne innamorò e la seguì a Ravenna, qui aderì alla Carboneria.
Egli faceva parte della massoneria di rito scozzese il cui simbolo è la foglia di robinia o acacia.
Innestò sicuramente le radici della massoneria inglese in quella ravennate che sino ad allora non aveva avuto nessun esponente di così alto livello.
Il nome stesso "acacia" è di origine egizia e lo ritroviamo identico
nel greco antico e in numerose lingue, fino alla nostra.

Per riferire ancora dell'importanza dell'acacia nella tradizione massonica va

ricordata la leggenda secondo la quale, dal tronco dell'albero dell'acacia, si irradiano

tre rami: uno di fico, uno di quercia ed uno di acacia, che rappresentano

rispettivamente la Massoneria Egizia (il fico), la Massoneria Svedese (la quercia) e la

Massoneria Scozzese (l'acacia), quest'ultima, pertanto, come più diretta e immutata

trasmissione del messaggio iniziatico.

Va anche ricordato che i fuochi sacri venivano fatti con il legno di acacia e di

acacia erano fatte le pire sulle quali, nell'antichità, venivano cremati i cadaveri dei re

e dei sacerdoti.

I sarcofagi degli Egiziani erano il legno di acacia.

Il 1 maggio era un tempo tradizione infiorare porte, finestre ed animali con i rami fioriti d' acacia

Questa tradizione è rimasta saldamente radicata nella tradizione massonica.

Shelley altro grande poeta inglese, altro massone famoso, altro ospite di Ravenna, mentre viaggiava in nave da

Genova a Livorno per andare a trovare l'amico Byron, fu colto

da un'improvvisa tempesta che affondò la nave. Il suo corpo fu trovato a Viareggio

dove, sulla spiaggia, Byron volle che il corpo fosse arso con rituale massonico su

una pira di legno di acacia.

Anche Garibaldi ( a Ravenna vi è il Capanno di Garibaldi, nel luogo ove si nascose e dove morì Anita, alle commemorazioni partecipa sempre una delegazione della Massoneria ravennate) nel suo testamento aveva stabilito che il suo corpo venisse cremato su una pira di acacia, ma come sappiamo il suo desiderio non fu accolto dallo Stato italiano.


http://www.massoneriascozzese.it/simbologia_e_mito/il_simbolo_dell_acacia.pdf

8 commenti:

pulvigiu ha detto...

Così ho scoperta che l'acacia era
un legno importante molto usato
nel passato, una pianta originaria
dell'Australia.

Buona domenica cara Teoderica.

Ciao da Giuseppe.

teoderica ha detto...

ciao Giuseppe
buon fine domenica, anzi sogni d'oro.

Gaetano Barbella ha detto...

Hai dimenticato il pezzo da 90 fatto di acacia appunto, l'Arco dell'Alleanza degli israeliti.

“Faranno dunque un’arca di legno di acacia: avrà due cubiti e mezzo di lunghezza, un cubito e mezzo di larghezza, un cubito e mezzo di altezza. La rivestirai d’oro puro: dentro e fuori ne la rivestirai. Farai sopra di essa un bordo d’oro tutt’attorno. Fonderai per essa quattro anelli d’oro e li fisserai ai suoi quattro piedi: due anelli su di un lato e due anelli sull’altro lato. Farai delle stanghe di acacia e le rivestirai d’oro. Introdurrai le stanghe negli anelli ai due lati dell’arca per trasportare l’arca su di esse. Le stanghe dovranno rimanere negli anelli dell’arca: non verranno ritirate di lì. Nell’arca collocherai la testimonianza che io ti darò (Esodo 25,10/16).

Altrimenti come facevano i Massoni e, dunque anche Garibaldi, ad essere accaniti anticlericali?

Ciao Paola e buon mattino,
Gaetano

kicca ha detto...

Mi piacciono sti racconti incasinati :)

Di professione faccio la sognatrice, ti ringrazio ,sei troppo buona con me :)

Comunque Marina muore ...almeno io ho deciso cosi ,forse scrivo un seguito su Giada :)

buon inizio settimana
baci

teoderica ha detto...

Cavolo e controcavolo,
è vero ho dimenticato proprio un pezzo da 90, ma quest' acacia è davvero particolare, ne esistono varie specie, chi dice che viene dall' Australia, chi dall' America settentrionale, la mia acacia è detta anche Robinia ed ha fiori a grappolo profumatissimi che sono ricettacolo di operose api ed ha fiori bianchi ma anche fiori rosa, forse è proprio questa l' acacia giusta, perchè i massoni avevano come simbolo anche la rosa........boh.
Ma dimmi, o mio Maestro, se hai un po' di tempo, perchè i Massoni erano anticlericali?
Lotta fra due specie di Massoneria i cui fini sono od erano simili?
Ciao.

teoderica ha detto...

Kikka, non sono stata buona con te, se una cosa non mi piace non commento, ma se mi piace lo scrivo perchè lo penso veramente...lo sapevo che facevi morire Marina ( sei giovane ed hai forza) a me dispiaceva troppo che morisse e che nessuno più la baciasse.
Se racconti di Giada lo leggerò assai volentieri.
ciao Kikka, buona settimana anche a te.

Gaetano Barbella ha detto...

Subito servita, cara Paola.
Eccoti i recapiti delle due sponde presi sul web: qui e qui, ma ce ne sono tanti...

Buonanotte,
Gaetano

teoderica ha detto...

Grazie Gaetano,
internet pullula di informazioni, ma a me interessava la tua scelta...uno dei siti l' ho trovato molto interessante.
So che nella Chiesa c'è un gran fermento ( me l'ha detto il mio fraticello)possono venirne fuori grandi cambiamenti, anche se molto lenti.
Io vivo a Ravenna ed ho sotto gli occhi il Cristo visto come Orfeo,come Buon Pastore, come Giovane imberbe,il Pantocrator, il Cristo nella mandorla, il Cristo Signore della natura, vedi bene che il relativismo è anche nella Chiesa, nonostante i suoi dogmi, le immagini hanno sempre un forte potere...beh volevo solo dire chi vuoi che oggi creda ad un Dio Persona, o all' inferno o al paradiso...a volte faccio qualche interrogazione alle mie dolci vecchie beghine , che non perdono una messa, beh non sanno bene neanche la differenza fra il 15 agosto e l' 8 settembre, sanno solo che è una festa della Madonna.
Ciao , anzi buonanotte.